slide1

Orta San Giulio

Orta San Giulio – Lago d’Orta, il paese di maggior richiamo per turisti e curiosi, con le sue strade ciottolate e tetti in beole, i fiori dei balconcini che formano cascate di colore sopra le teste dei viandanti. Queste strade sono aperte solo a pochi veicoli autorizzati ed i pedoni raggiungono il centro del borgo a piedi attraverso le scalinate di pietra. Quella centrale, detta la Motta, con in cima la pittoresca Chiesa dell’Assunta, scende verso la piazza principale con porticati, negozi e caffè che guardano verso le tranquille acque del lago e l’isola di San Giulio.

Isola di San Giulio

L’attuale basilica risale al  XII secolo e fu modellata sull’antica cattedrale di Novara. All’interno non è da perdere, oltre a molti begli affreschi e dipinti, un rarissimo e altrettanto prezioso ambone scolpito in marmo serpentino verde d’Oira, sorretto da 4 colonne ben più antiche. L’ambone è decorato con simboli cari alla cristianità e una figura maschile che potrebbe raffigurare l’abate Guglielmo da Volpiano nato sull’isola nel 962.

Innegabile è il fascino dell’isola che è anche avvolta in un aria un pochino misterioso, grazie alla presenza dell’Abbazia Mater Ecclesiae dove, rispetto alle prime 6 monache di clausura che ci risiedevano nel 1973, ora sono circa 80 le suore che vivono in silenzio totale con la Madre Badessa Anna Maria Canopi, la figura femminile vivente più importante della Chiesa Cattolica.

L’Isola di San Giulio è percorsa da una stradina perimetrale, la Via del Silenzio, che passa davanti alle ville antiche, pozzi giardini murati e piccole calli che scendono verso il Lago d’Orta e le sue acque tranquille. Ad intervalli si possono leggere i  messaggi della Madre Badessa Canopi, che passeggiando in un senso condivide la sua saggezza in merito al Silenzio, nel senso opposto parla della meditazione. Ma lasciamo a voi il desiderio di visitare questo luogo magico e recepire le sue bellissime parole, scoprendo piccoli consigli dal grande valore per vivere meglio con se stessi e con gli altri.

Pella

Situata sulla costa occidentale del lago d’Orta, Pella è un tipico borgo delle rive del Cusio. Meno nota di Orta, sua dirimpettaia, la località si trova ai piedi del dirupo granitico sul quale sorge il Santuario della Madonna del Sasso, da cui si gode di una vista unica.
Dal piccolo paese si può poi proseguire spostandosi in battello verso l’Isola di San Giulio dove è stata edificata una basilica del IV secolo dedicata al santo che secondo la leggenda, proprio su quella piccola lingua di terra, ha sconfitto il drago che l’ha reso celebre.
Infine, riprendendo il battello, si arriva a Orta San Giulio, borgo medievale che con il fascino delle sue vie e del lungolago conquista ogni visitatore.

 

Alpe Mottarone

Questa montagna a 20 minuti dal Lago D’Orta, con enormi pascoli alla sommità appartiene alla catena Mergozzolo. Il Mottarone gode di una posizione particolarmente panoramica, offrendo opportunità varie di attività sportiva ed escursionistica, a piedi, a cavallo e in bici in estate. In inverno fanno da padrone lo sci e lo snowboard.

Sacro monte di Orta

Sulla collina della penisola sopra i tetti di beole del borgo e dell’isola di San Giulio troviamo il Sacro Monte, patrimonio dell’umanità UNESCO, in un parco panoramico con pineta ombrosa. Un capolavoro rinascimentale di arte e architettura, il Sacro Monte è una forte attrazione per chi, durante una passeggiata rilassante, desidera stimolare intelletto e sensi, meditando sulla pittura, la scultura, la storia e l’architettura di questo luogo affascinante. Orta San Giulio – Lago d’Orta

Offriamo una serie di servizi organizzati con partner per qualsiasi vostra richiesta, chiedete vi sarà data qualsiasi informazione.